Devi organizzare uno sniff test?Scegli Testpoint

Scopri i servizi di un’agenzia moderna dedicata ai ricercatori di mercato

Brochure

Contattaci per un preventivo

Consenso al trattamento dati personali

Consenso al contatto commerciale

Che cos’è uno Sniff Test: il case study

La fragranza ha un ruolo fondamentale nel determinare l’accettabilità di un prodotto da parte dei consumatori. I profumi giocano molteplici ruoli: mascherano odori di base spiacevoli, conferiscono una profumazione che risulta gradevole dal punto di vista edonico, e, cosa più importante, rinforzano l’immagine e il posizionamento di un brand. Pertanto, la scelta della fragranza è parte essenziale dello sviluppo di un prodotto.

Il numero delle possibili declinazioni delle varie profumazioni è virtualmente infinito. Per cui scegliere quella più adatta per un prodotto può essere difficile. La scelta molte volte è casuale ma è possibile scegliere la fragranza più appropriata sulla base di dati scientifici e affidabili raccolti attraverso la metodologia dello sniff test.

Lo sniff test è una funzione di analisi utilizzata per identificare quali fragranze sono potenzialmente più attraenti per i consumatori.
Consente di valutare:

  • l’importanza della fragranza nella formulazione del prodotto (si tratta generalmente di prodotti per la pulizia, igiene, bellezza, profumi e cosmetici in generale);

  • aspetti positivi e negativi di ciascuna fragranza testata;

  • aspetti emotivi e funzionali evocati da ciascuna fragranza testata;

  • il territorio “olfattivo” del marchio / prodotto, tracciando schemi e comportamenti legati alla fragranza (che cosa evoca e da che tipo di consumatore è preferita?);

  • testare il territorio funzionale della fragranza: a quale tipo di prodotto può essere collegata questa fragranza?

Come si organizza uno Sniff Test

Gli sniff test seguono protocolli molto rigidi, a cominciare dalla selezione del campione.

Ovviamente, non possono essere invitate persone il cui senso dell’olfatto risulti compromesso, dunque persone con raffreddore, allergie o altre patologie che alterano il loro l’olfatto.

Viene inoltre raccomandato ai rispondenti di presentarsi al test senza indossare profumo o con addosso altro tipo di odori persistenti: tutto questo infatti, potrebbe influire sulle condizioni del test e alterare i risultati.

Il prodotto – sia esso un profumo, un detergente, un cosmetico o l’essenza stessa – viene presentato in un flacone rigorosamente chiuso con un tappo: i rispondenti dovranno avere cura di richiudere il flacone subito dopo aver annusato il prodotto, in modo da evitare la dispersione della fragranza nell’ambiente e disturbare la valutazione degli altri partecipanti.

Dopo aver testato ciascuna fragranza, ai rispondenti viene chiesto di annusare l’incavo del proprio braccio: in questo modo, si neutralizza il senso dell’olfatto ed è possibile testare la fragranza successiva senza pericolo di essere influenzati dal prodotto precedente.

L’importanza dell’ambiente circostante

Per consentire la corretta valutazione della fragranza è essenziale che il test si svolga in un ambiente assolutamente privo di qualunque tipo di odore.

E’ dunque importante verificare che le seguenti condizioni siano rispettate: per la pulizia della sala in cui si svolge il test si devono utilizzare prodotti senza profumazione; allo staff che assiste i rispondenti durante il test bisogna raccomandare di non indossare alcun tipo di profumo; la sala deve essere arieggiata per almeno 10 minuti al termine di ogni sessione di interviste; la sala deve essere dotata di un impianto di aspirazione per garantire il ricambio dell’aria.

Insomma, l’organizzazione di uno sniff test è molto delicata: il protocollo deve essere seguito in maniera rigorosa e rigida e tutte le condizioni menzionate in precedenza devono essere scrupolosamente rispettate perché solo in questo modo sarà possibile verificare se il prodotto in test ha davvero il profumo del successo!