Interviste personali per un robot di design

Interviste personali

Recentemente, Testpoint ha selezionato i partecipanti ad una ricerca di mercato molto particolare: si è trattato di 20 interviste individuali in profondità per valutare il design di un nuovo robot da cucina. L’obiettivo della ricerca era capire se la linea, i colori, la forma del prototipo fossero abbastanza accattivanti da invogliarne l’utilizzo come oggetto di arredamento per la cucina.

20 interviste in central location

Testpoint ha recentemente effettuato una ricerca di mercato per la valutazione di un prototipo di una famosa azienda produttrice di robot da cucina che ha in preparazione un nuovo modello di fascia alta, elegante e funzionale, pensato per poter essere tenuto a vista in cucina, perché non solo dotato di prestazioni elevate ma anche pensato come oggetto di arredamento.

Il primo passo è stato reperire i partecipanti al test: 20 donne, alcune delle quali già possedevano robot da cucina o della azienda committente o di aziende competitor, altre invece potenziali acquirenti. Ma non basta: trattandosi di un oggetto proposto per essere tenuto a vista in cucina, è stato necessario che tra gli intervistati ci fossero persone con diverse tipologie di cucina: dall’angolo cottura, alla piccola cucina separata dagli altri ambienti, alla cucina abitabile.

Il test è stato svolto a Milano in central location, una struttura appositamente attrezzata per le ricerche di mercato. Nella grande sala, liberata del suo arredamento abituale, erano stati predisposti il prototipo del robot da cucina da far esaminare agli intervistati e tanti cartelloni che mostravano le possibili varianti di colore e finiture e anche alcuni esempi di collocazione del robot nelle diverse tipologie di cucine.

L’obiettivo era capire se il prodotto si presentasse effettivamente come oggetto di tendenza, se la sua linea fosse considerata avveniristica, i colori accattivanti, quali fossero le finiture preferite e se le signore intervistate potessero essere interessate a collocarlo a vista nella loro cucina come oggetto di arredamento, anche in ambienti piccoli.

Si è trattato di interviste individuali in profondità della durata di 90 minuti, in cui ciascun partecipante veniva guidato dall’intervistatore/moderatore in una conversazione che prendeva le mosse dalla descrizione della casa e dell’ambiente-cucina per arrivare alle abitudini di utilizzo del robot da cucina fino a mostrare il prototipo e tutto il materiale illustrativo. Il moderatore seguiva abbastanza liberamente una traccia di discussione, rendendo la conversazione fluida, naturale e spontanea.

Come si sono svolte le interviste

Vi ha incuriosito l’argomento di questa ricerca? Volete conoscere l’opinione di una delle signore partecipanti? Chiediamo a Marta, insegnante milanese di 45 anni di raccontarci la sua esperienza.

“Per me il robot da cucina è un accessorio fondamentale di cui non potrei più fare a meno. Lavoro in una scuola abbastanza distante da casa mia, ho un marito e due figli adolescenti, potete capire che il tempo da dedicare alla cucina è proprio poco! Però non voglio rinunciare a preparare i nostri pasti con cura e con un po’ di fantasia, mi piace anche impastare pizze e focacce o torte per i miei figli e i loro amici. Per questo, un robot da cucina è un grande aiuto per me. Quando sono stata contattata per l’intervista, sono stata lieta di dare il mio contributo. Temevo che 90 minuti non passassero mai, e mi chiedevo di che cosa potessi parlare per tanto tempo. Invece, l’intervista è stata una piacevole conversazione e il tempo è passato veloce anche perchè ho avuto tanto materiale da osservare e giudicare. Un robot da arredamento? Non ci avevo mai pensato, ma le proposte di collocazione con le diverse possibilità di colori e finiture mi sono sembrate molto interessanti.”

Partecipa anche tu ai nostri test

Partecipare ad un test può essere molto interessante e stimolante.
Partecipando ai test, alcuni con invio gratuito di prodotti a domicilio, altri presso le nostre location, si ha la possibilità di valutare prodotti cosmetici, prodotti alimentari, tecnologici e di tante altre tipologie.

Dopo aver provato i prodotti, ci verrà semplicemente chiesto di compilare un questionario (a volte cartaceo, a volte online) in cui esprimeremo sinceramente, in forma anonima, le nostre opinioni. In questo modo, ognuno di noi ha la possibilità di “dire la sua”, offrendo alle aziende l’opportunità di realizzare prodotti sempre più adatti alle nostre esigenze.

Diventa cittadino di OpinionCity!

Vuoi diventare anche tu un tester di prodotti di vario genere, ricevendo i campioni gratuitamente a casa tua? Vuoi offrire la tua opinione alle aziende contribuendo alla realizzazione di prodotti più vicini ai tuoi gusti?

E’ semplice: iscriviti alla community di OpinionCity e sarai contattato per partecipare ai nostri product test!

Interviste personali per un robot di design ultima modifica: 2020-02-12T10:00:03+01:00 da Marcello De Stefano

5 commenti a “Interviste personali per un robot di design”

  1. Che bella esperienza hanno avuto queste persone ,valutare un robot da cucina ,non solo per la preparazione culinaria, ma l’adattamento alle varie tipologie di arredamento.

Rispondi o commenta

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.