Come si valuta uno spot in TV?

CATI spot in tv

Ormai sappiamo tutti che non c’è aspetto della nostra vita che non sia continuamente monitorato attraverso analisi e ricerche di mercato. Migliaia di interviste vengono svolte in ogni momento e montagne di dati vengono costantemente analizzati per valutare l’efficacia e il gradimento di prodotti di ogni genere.

Ma immaginavate che anche l’efficacia di una campagna pubblicitaria televisiva può essere studiata e valutata attraverso ricerche di mercato svolte con metodiche appropriate? Scopritelo con noi!

Pronti con il telecomando… via!

Recentemente Testpoint ha effettuato proprio una ricerca di questo genere: si tratta di una indagine svolta con metodo CATI (Computer-Assisted Telephone Interview) per valutare l’impatto di uno spot riguardante un nuovo gestore dell’energia. Il campione coinvolto era abbastanza ampio, 500 persone in tutt’Italia, perché doveva rappresentare adeguatamente la realtà della nostra popolazione. Proprio per questo motivo, il nostro campione era anche opportunamente distribuito per fasce d’età, per area geografica, per livello di istruzione e, naturalmente, per sesso.

Le intervistatrici di Testpoint hanno contattato telefonicamente le persone selezionate, chiedendo loro di sintonizzarsi una certa sera tra le 20 e le 20,30 su un determinato canale televisivo. Naturalmente, non hanno precisato su che cosa focalizzare l’attenzione…

Il giorno successivo, i partecipanti sono stati nuovamente contattati e le nostre intervistatrici li hanno sottoposti ad una breve intervista telefonica della durata di una decina di minuti, leggendo le domande del questionario dallo schermo del computer e annotando sempre sul computer le risposte.

Nemmeno in questo momento è stato svelato ai partecipanti quale fosse realmente il prodotto oggetto della ricerca: infatti, le domande riguardavano vari spot pubblicitari passati in quella fascia oraria. Si chiedeva, ad esempio, “Ricorda di aver visto la pubblicità dell’acqua Xxx? Che cosa ha notato, che cosa l’ha colpita? Ricorda in particolare di aver visto… ? Cosa pensa dell’immagine associata al prodotto …? e i colori? e l’ambiente? ecc…” E così per diversi spot.

Una tecnica di ricerca di mercato per indagare su grandi numeri

Le interviste CATI (computer assisted telephone interview) sono utilissime quando l’indagine è rivolta a studiare l’intera popolazione. Bisogna selezionare un campione molto ampio, si può arrivare anche a 1500 persone, che devono “mimare” la composizione e la stratificazione della popolazione nazionale per poter avere dei risultati che siano rappresentativi dell’orientamento generale.

L’intervistatrice segue in modo rigoroso il questionario che le appare sullo schermo, limitandosi eventualmente a qualche spiegazione, ed annotando le risposte.

Tutte le risposte vengono poi analizzate con metodi statistici.

Quanto lavoro dietro le quinte…

Abbiamo una vaga idea di quanto lavoro occorra per predisporre un test come questo? Costruire il campione, preparare il questionario, predisporre il filtri (cioè, per esempio, se l’intervistato ad una certa domanda risponde SI, bisogna continuare con la domanda successiva, se invece risponde NO, passare ad un altro punto…), impegnare le intervistatrici nelle diverse postazioni telefoniche per il numero di ore necessario, facendo in modo che venga contattato il numero di persone previsto nei tempi giusti, assicurarsi la loro collaborazione, contattarli nuovamente il giorno successivo, sottoporre loro il questionario e poi… finalmente l’elaborazione dei dati!

Non è poco, vi pare? Ma è un lavoro interessante per chi lo svolge e importante per le aziende che investono nei prodotti che consumiamo tutti i giorni.

Un’esperienza stimolante

Chi è stato reperito per le nostre interviste CATI o per altri tipi di ricerche trova l’esperienza simpatica e utile: i nostri cittadini trovano molto interessante poter fornire la propria opinione in modo spassionato alle aziende perché ascoltino il parere dei consumatori.

Partecipa anche tu a un test

Partecipare ad un test può essere molto interessante e stimolante, oltre che vantaggioso.

Chi non vorrebbe ricevere a casa propria e provare gratuitamente prodotti di cui fa abitualmente uso?

Partecipando ai test si ha la possibilità di valutare prodotti cosmetici, prodotti alimentari, tecnologici e di tante altre tipologie.

Dopo aver provato i prodotti, vi verrà semplicemente chiesto di compilare un questionario (a volte cartaceo, a volte online) in cui esprimerete sinceramente, in forma anonima, le vostre opinioni. In questo modo, ognuno di voi ha la possibilità di “dire la sua”, offrendo alle aziende l’opportunità di realizzare prodotti sempre più adatti alle nostre esigenze.

Diventa cittadino di OpinionCity!

Vuoi diventare anche tu un tester di prodotti di vario genere, ricevendo i campioni gratuitamente a casa tua? Vuoi offrire la tua opinione alle aziende contribuendo alla realizzazione di prodotti più vicini ai tuoi gusti?

E’ semplice: iscriviti alla community di OpinionCity e sarai contattato per partecipare ai nostri product test!

Come si valuta uno spot in TV? ultima modifica: 2019-09-11T09:00:52+01:00 da Marcello De Stefano

24 commenti a “Come si valuta uno spot in TV?”

  1. ormai gli spot pubblicitari in TV hanno raggiunto un livello così alto che alcuni sono davvero bellissimi e fatti da veri registi per questo sia molto difficile valutarli tecnicamente….

  2. Alessandra Testa says: 11 Settembre 2019 at 15:30

    onestamente nelle ultime pubblicità noto che la gente non comprende più il messaggio base che lancia l’azienda o l’ironia che vuol trasmettere . prendo il caso dei Buondì. io sincera ho trovato divertente quanto vero i gesti quotidiani le sfide gioco che vuole l’azienda per convincere il cliente all’acquisto.

  3. Gli sports pubblicitari influenzano notevolmente il nostro modo di acquistare e fanno nascere in noi il desiderio di possedere un determinato oggetto o alimento. Partecipare ai test credi sia un’esperienza interessante!

  4. Sono molto stupito, soprattutto perché quelle rarissime volte che accendo la TV appena cominciano le pubblicità tolgo il volume e mi distraggo. Non ne ricordo mai nemmeno una.
    Complimenti a chi riesce ad apprezzarle ed a partecipare ad un test di questo genere

  5. Che bello questo settore di ricerca:é proprio interessante e stimolante, davvero intrigante!! Vorrei essere molto più giovane per studiare e poi lavorare in questo ambito!! Non posso che invidiare gli addetti ai lavori!!

  6. Interessante capire il comportamento dei telespettatori. In fondo quanti di noi si sono emozionati davanti ad un bel panorama oppure ad un dipinto. Quello che guardiamo può darci un emozione ed è fondamentale per chi lavora nel marketing .

Rispondi o commenta

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.