Il tema delle energie rinnovabili, delle loro potenzialità e peculiarità, è da anni un tema
caldo nei dibattiti politici come in quelli della società civile, specialmente nelle ultime
settimane.
Per questo motivo ho deciso di parlarvi in questo post di una peculiare forma di trasporto
sostenibile
: il BioBus

-Di cosa si tratta?

Questo tipo di bus è definito “bio” perchè utilizza, al posto dei soliti carburanti, il
biometano.
The biometano è un gas prodotto da scarti alimentari e..rifiuti organici umani.
Soprannominato anche Poo-Bus per la sopracitata ragione, il BioBus, nonostante la
composizione del suo carburante, non emana cattivi odori, la provenienza del gas viene
invece mostrata da umoristiche illustrazioni che ricoprono interamente l'autobus, come
potete vedere nella foto in alto.

-Dove si “aggira”?

Il primo BioBus ha cominciato a viaggiare in Inghilterra nel 2014 e non si è più fermato,
aumentando gradualmente il numero delle tratte percorse, tutte tra Bristol e cittadine
limitrofe.
Non a caso nel 2015 la città inglese è stata nominata “capitale verde europea”.
Un pieno di biometano permetterà al BioBus di viaggiare per circa 300km, con un notevole
risparmio di emissione tossiche per la nostra salute e per quella del nostro pianeta.

Per saperne di più, guarda questo video…

 

 

-E voi? Cosa ne pensate?

Eravate a conoscenza dell'esistenza di questo tipo di bus e del suo inusuale carburante?
Cosa ne pensate della possibilità di rendere i nostri mezzi di trasporto più green?
Scrivete qui sotto un commento e, se non lo avete già fatto, iscrivetevi alla nostra community online, potrete partecipare ai nostri test di prodotto e…tanto altro ancora!

di Livia Martini