Ecco i risultati dell’inchiesta di Febbraio: “Preferisci i detersivi biologici o i tradizionali?

Quasi 4800 cittadini di OpinionCity hanno voluto esprimere la loro opinione nel sondaggio della nostra campagna sullo sviluppo sostenibile che questa volta si è occupata di detersivi biologici vs. detersivi tradizionali. I nostri cittadini si esprimono così:
BIO 41%
TRADIZIONALI 59%

Le mille bolle … bio

Ancora un appuntamento della campagna di comunicazione di OpinionCity “Non chiederti cosa può fare il mondo per te, ma cosa puoi fare tu per il mondo”. La nostra community si impegna attivamente nel diffondere il rispetto per l’ambiente in cui viviamo, a partire dai piccoli gesti e dalle scelte che, come consumatori, compiamo ogni giorno. Non dobbiamo chiederci cosa possa fare il mondo per noi, ma cosa possiamo fare noi per il mondo. I nostri comportamenti e le nostre scelte contano! Unisciti a noi!

 

Per ottenere una corretta e completa igiene della casa e della nostra persona, la pubblicità ci propone una quantità davvero smisurata di prodotti sempre più specifici e sempre più accattivanti che ci promettono risultati strabilianti con la minima fatica. Ma probabilmente non ci rendiamo conto di quanto questi prodotti possano essere aggressivi e inquinanti e, in fin dei conti, dannosi per la nostra pelle che li assorbe e per l’ambiente in cui vanno dispersi.

 

Perché i detersivi sono così dannosi? Perché contengono molecole poco degradabili, che cioè impiegano molto tempo per essere demolite in sostanze più semplici ad opera dei batteri o della luce. Queste sostanze, disperse nelle acque di lavaggio, attraverso le fogne finiscono nelle acque dei fiumi e infine in mare, entrando quindi nel ciclo alimentare. Per questo motivo, è importantissimo che i detersivi che utilizziamo possano degradarsi in modo rapido e completo.

 

Quali sono queste sostanze dannose?

  • Tensioattivi sintetici: sostanze pulenti derivate dal petrolio, scarsamente biodegradabili, con forte impatto su flora e fauna marina
  • Sbiancanti ottici: molecole che attraverso un effetto di fluorescenza creano l’illusione ottica di un bianco abbagliante che in realtà non c’è. Sono estremamente pericolose perché sono dei potenti allergizzanti
  • Fosfati: sono addolcitori delle acque dure, ricche di calcare. Sono dannosi in quanto responsabili di fenomeni di eutrofizzazione (crescita indiscriminata di alghe)
  • Perborato: uno sbiancante scarsamente degradabile, non trattenuto da filtri di depuratori, dannoso per piante e animali marini
  • Coloranti e conservanti: sostanze che servono a migliorare la performance del prodotto ma dannosi in quanto poco biodegradabili
  • Profumi: non migliorano il lavaggio, ma servono a coprire l’odore sgradevole dei tensioattivi. Sono molto allergizzanti

Detersivi tradizionali vs. detersivi biologici

E i detersivi bio? Ovviamente non sono realizzati con sostanze chimiche artificiali dannose e impiegano, quanto più possibile, materie prime di origine naturale.

 

I prodotti realmente eco-friendly, in grado di garantire efficacia e sicurezza, utilizzano materie prime di origine esclusivamente vegetale completamente e rapidamente degradabili, possono contenere come sbiancante il percarbonato di sodio (non il perborato) e profumazioni derivanti da olii essenziali. Le loro formulazioni devono essere attente all’impatto ambientale e alla sicurezza dermatologica. Inoltre, devono essere proposti in contenitori facilmente degradabili.

 

Liberiamoci dal dubbio che i detersivi biologici possano essere meno efficaci di quelli tradizionali: tutt’altro! I detergenti ecologici, infatti, hanno la stessa efficacia dei detergenti tradizionali, se non addirittura migliore.

 

Utilizzando detersivi ecologici,  riusciamo a proteggere noi stessi e la nostra famiglia, sostenere l’ambiente e ottenere un notevole risparmio di denaro, senza rinunciare al pulito.

 

Qualcuno osserva che il costo dei detergenti biologici è un po’ più elevato rispetto a quello di un prodotto tradizionale: questa è una mezza verità! Infatti, il risparmio non sta nel prezzo del prodotto ma nella quantità che se ne utilizza e non dobbiamo credere che più prodotto voglia dire più pulito!

Ma è davvero tutto “green” quello che ci viene proposto come tale?

Facciamo molta attenzione quando intendiamo comprare un detersivo biologico. Se esistono sempre più linee di detersivi garantite come ecologiche, biologiche e non testate su animali, molti dei prodotti che ci vengono presentati come rispettosi della natura in realtà non lo sono o non lo sono del tutto. Cosa fare? Come sempre, è importante saper leggere le etichette.

 

Si sono verificati alcuni casi di prodotti proposti come bio anche da marchi noti che in realtà non rispettavano tutte le indicazioni di cui abbiamo parlato e pertanto sono stati segnalati da associazioni per la tutela del consumatore all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria per comunicazione commerciale ingannevole.

Il risparmio è bio con i detersivi alla spina

Si tratta di un mercato in forte crescita negli ultimi anni. Mentre, fino a qualche tempo fa, era possibile reperire detersivi alla spina solo in pochi negozi specializzati che si rivolgevano ad un pubblico “di nicchia”, ora è possibile trovarli anche in negozi di casalinghi e in supermercati ben forniti.

 

Il detersivo alla spina riesce a coniugare al meglio le esigenze di risparmio (il prodotto sfuso costa in media il 20% in meno rispetto al prodotto confezionato), l’obiettivo della riduzione della plastica, e l’utilizzo di prodotti di origine naturale.

E tu cosa ne pensi?

  • Saresti disposto a privilegiare l’acquisto di prodotti per l’igiene della casa e della persona che siano di origine vegetale?
  • Conosci marchi di prodotti per la pulizia che rispettino le indicazioni eco-friendly?
  • Quali suggerimenti ti sentiresti di dare per diffondere tra i consumatori la conoscenza delle problematiche legate all’inquinamento da tensioattivi chimici?

Hai trovato interessante questo articolo?

Puoi condividerlo con i tuoi amici oppure lasciare un commento in basso. La tua opinione ci interessa molto. Continua ad andare alla scoperta delle notizie sulla nostra “city” attraverso le diverse sezioni del nostro blog ed agli articoli che abbiamo pubblicato.

Sei già iscritto ad OpinionCity?

Se non sei ancora iscritto puoi farlo gratuitamente oppure puoi presentarci un amico. Parteciperai così ai nostri test di prodotto e potrai darci la tua opinione sui prodotti che consumi ogni giorno, aiutando così le aziende a renderli sempre più adatti a soddisfare i gusti e le esigenze dei consumatori.

Ecco i risultati dell’inchiesta di Febbraio: “Preferisci i detersivi biologici o i tradizionali? ultima modifica: 2022-02-16T10:00:43+01:00 da Maria

Rispondi o commenta

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.