Ecco i risultati dell’ inchiesta di Gennaio: “Se fossi un personaggio dei fumetti saresti Topolino o Bugs Bunny?”

risultati inchiesta gennaio

Ci è piaciuta l’idea di coinvolgere i cittadini di OpinionCity nel gioco del “se fossi” chiedendo loro in quale dei due eroi dei fumetti si identificassero maggiormente. Ed ecco i risultati del nostro sondaggio.

Topolino vs. Bugs Bunny : il duello

Abbiamo voluto giocare con voi in occasione del 90° compleanno del Topo più amato del mondo, una vera icona globale che resiste inossidabile al tempo e alle evoluzioni della moda. Ci avete risposto in tanti, oltre 2000! E il vincitore del duello è proprio il mitico, dolce, leale, coraggioso e intrepido Topolino che, anche se novantenne, si dimostra più vivo e vitale che mai e continua ad occupare un posto importante nel cuore di tutti noi.

Un topo e un coniglio molto speciali

Perché proprio questo confronto? Semplice, perché si tratta in entrambi i casi di personaggi presentati come vincenti ma con caratteristiche molto diverse: un topo generoso, leale, intelligente, schierato sempre dalla parte dei deboli, e un coniglio sornione, scanzonato, sbruffone e un po’ cinico.

Topolino, o meglio, Mickey Mouse, topo antropomorfo in pantaloni rossi, grandi scarpe gialle e guanti bianchi, nacque nel 1928 con un film di animazione che valse a salvare il suo ideatore, Walt Disney, dal fallimento del suo studio. Impulsivo e sognatore, sbarazzino ma determinato, questo era il nuovo personaggio su cui Disney avrebbe fondato il suo impero.

Topolino nel corso degli anni si è evoluto nella grafica ma ha mantenuto il suo carattere di eroe buono e leale. Nelle sue storie si alternano vicende più quotidiane, accanto a Minnie, Pippo e Pluto, Orazio e Clarabella, a situazioni più avventurose in cui in nostro topo affianca il Commissario Basettoni nella lotta senza quartiere contro avversari come Gambadilegno o Macchianera. Durante la seconda guerra mondiale, Topolino si trova ad affrontare nelle sue strisce anche temibili spie naziste che naturalmente sconfigge con la sua abilità e il suo ingegno.

In Italia, Topolino è sbarcato praticamente subito, già nel 1930 e da allora è stato un successo che non ha conosciuto momenti di calo: in circa 60 anni, nel formato che tutti conosciamo, sono stati superati i 3000 numeri! Ancora oggi, Topolino continua ad essere l’inossidabile eroe dell’onestà e dei buoni sentimenti.

Il coniglio Bugs Bunny, mascotte della Warner Bros, fin dall’epoca d’oro dei film di animazione americani, rappresenta una rivincita per tutti i conigli: altro che fifone, timido e insicuro! Bugs Bunny è esattamente il contrario: un personaggio brillante, spavaldo, arrogante, furbetto, senza troppi scrupoli, insomma: una simpatica canaglia!

Bugs Bunny, “nato” nel 1938 a Brooklyn, non ha un solo papà come Topolino, ma deve la sua esistenza ad almeno tre diversi padri che ne definirono l’aspetto, la personalità e ne curarono la grafica. Bugs Bunny esce invariabilmente vincitore dai conflitti con i suoi avversari, ma perchè non esita a far ricorso a trucchetti e furbizie di ogni genere. Per evitare che Bugs possa perdere le simpatie del suo pubblico, gli autori fanno sì che il nostro coniglio sia in qualche modo “provocato” e dica all’avversario, con grande fair play, “Naturalmente, ti rendi conto che questo significa guerra” (una battuta ripresa da Groucho Marx) ottenendo dal pubblico un tacito assenso alla rappresaglia.

Durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale, Bugs Bunny era una figura leggendaria per il pubblico, un simbolo di grande forza, capace di vincere qualunque avversità, nonostante le minime probabilità di riuscita, soltanto grazie al proprio ingegno. Come la Disney con Topolino, anche la Warner Bros affidò a Bugs incarichi molto speciali contro le truppe naziste e grazie al suo atteggiamento spavaldo il nostro coniglio venne a rappresentare quasi un modello di comportamento per i soldati americani.

Sbarcato in italia negli anni ‘60, anche da noi per Bugs Bunny ha riscosso un successo immediato: Bugs Bunny sembra interpretare perfettamente lo spirito individualista dei nostri tempi, in cui può essere concesso tutto e il contrario di tutto a chi sa essere brillante e arguto.

Hai trovato interessante questo articolo?

Puoi condividerlo con i tuoi amici oppure lasciare un commento in basso. La tua opinione ci interessa molto. Continua ad andare alla scoperta delle notizie sulla nostra “city” attraverso le diverse sezioni del nostro blog ed agli articoli che abbiamo pubblicato.

Sei già iscritto ad OpinionCity?

Se non sei ancora iscritto puoi farlo gratuitamente oppure puoi presentarci un amico. Parteciperai così ai nostri test di prodotto e potrai darci la tua opinione sui prodotti che consumi ogni giorno, aiutando così le aziende a renderli sempre più adatti a soddisfare i gusti e le esigenze dei consumatori.

Ecco i risultati dell’ inchiesta di Gennaio: “Se fossi un personaggio dei fumetti saresti Topolino o Bugs Bunny?” ultima modifica: 2019-01-22T14:42:46+00:00 da Marcello De Stefano

Rispondi o commenta

Il tuo indirizzo e-amil non verrà pubblicato.