Un’ incredibile esperienza di mystery shopping

mystery shopping

Attraverso la nostra community alcune cittadine di OpinionCity hanno avuto l’opportunità di vivere insieme a noi un’esperienza di mystery client in una catena di negozi di abbigliamento per bambini a Parigi.

Perché le cittadine di OpinionCity sono state invitate a visitare un Superstore a Parigi?

Perché l’azienda cliente, proprietaria di una delle più importanti catene di grandi magazzini di abbigliamento per bambini, presente in Francia ed in altri paesi europei, intende ora aprirsi al mercato italiano.

Come fare per andare incontro ai gusti di un mercato esigente come il nostro? “Basta” interrogare le mamme consumatrici che per i loro piccoli fanno acquisti in negozi simili in Italia, farle andare a fare un giro di shopping direttamente nella città dove i negozi già sono presenti (in questo caso a Parigi) e chiedere loro informazioni su come vorrebbero venissero realizzati in Italia.

Come sono state scelte le partecipanti?

Come ormai tutti ben tutti sapete, la nostra community segue 2 regole di base per scegliere chi selezionare:

  • In primo luogo, offriamo maggiori possibilità di partecipare alle indagini di mercato che di volta in volta lanciamo, a coloro i quali hanno un più alto livello di partecipazione attiva. Per sapere come si fa ad incrementare il proprio livello di cittadinanza collegati a questo link

  • In secondo luogo ricordiamo a tutti che la frequenza con cui si può partecipare ad una ricerca di mercato con OpinionCity è legata alla regola del 3/6 mesi. Ciò significa che una persona può partecipare 1 volta ogni 6 mesi ad una indagine sullo stesso argomento, mentre su temi diversi, una volta ogni 3 mesi. In totale dunque fino ad un massimo di 4 volte all’anno. Fanno eccezione i casi in cui i reclutati entrano a far parte di un panel. In tal caso la frequenza di partecipazione può essere anche molto maggiore e si può essere intervistati anche tutte le settimane.
    Questa regola è stata stabilita dai codici etici internazionali, per contrastare il fenomeno degli intervistati di professione ed è un criterio che ovviamente anche noi di OpinionCity rispettiamo con attenzione.

Dunque, seguendo tali criteri, per questa indagine di mystery shopping, sono state reperite 20 mamme di bimbi di età compresa da 0 a 5 anni, che fanno abitualmente acquisti in catene di grandi magazzini specializzate nell’abbigliamento bimbo ed interessate a partecipare a questa azione di mystery client.

La ricerca di mercato si è svolta a Parigi, sede del grande magazzino, dove le signore sono arrivate dopo un volo diretto. Tutto il viaggio ha avuto la durata di 4 giorni. Ed è stato ovviamente tutto spesato dall’azienda cliente.

Quale è stato lo scopo del test?

L’obiettivo dell’indagine di mercato è stato quello di investigare sui gusti e sulle esigenze delle mamme italiane in tema di abbigliamento bambino.

Si è trattato di un mystery shopping, cioè le signore erano in incognito e dovevano comportarsi secondo le loro normali abitudini di acquisto. A tutte è stato offerto un buono acquisto con cui comprare del vestiario per il loro bimbi. Al termine della sessione di acquisto le signore hanno partecipato ad un focus group, cioè ad un incontro con una moderatrice, nel corso del quale hanno mostrato i loro acquisti e spiegato le ragioni delle loro scelte, soffermandosi in particolare sugli articoli che non avrebbero mai acquistato in Italia.

Un’esperienza davvero stimolante: ascoltiamo il racconto di una delle partecipanti

Certo, vivere una esperienza di questo genere non capita tutti i giorni, abbiamo quindi deciso di intervistare una delle signore reperite: si tratta di Miriam, 35 anni, siciliana, mamma di una bimba di 5 anni. Leggiamo cosa ci ha raccontato:

“Il reperimento è stato effettuato attraverso la community di OpinionCity. Ho ricevuto un questionario on line, sulla mia posta elettronica ed ho deciso di rispondere. Erano poche domande e meno male che lo ho fatto perché ho vissuto un’esperienza davvero bellissima e molto interessante. Partecipando alla ricerca di mercato si è aperto ai miei occhi un mondo sconosciuto ed ho avuto modo di rendermi conto di quanto lavoro c’è “dietro le quinte” di qualcosa che apparentemente è scontato e normale come l’apertura di un nuovo negozio in Italia.


Tutte noi siamo state accolte a Parigi e coccolate ed abbiamo avuto la sensazione che la nostra opinione fosse tenuta in gran conto perché davvero molto importante per le successive scelte dell’azienda. Ci siamo sentite non solo importanti ma anche molto responsabili perché le nostre parole e le nostre opinioni potevano essere determinanti. Abbiamo parlato di tutto, con sincerità. Non solo dei capi che ci piacevano ma anche di quelli non adatti a noi così come dell’organizzazione del negozio, della disposizione degli stand e dell’allestimento delle vetrine. .


Devo dire anche che abbiamo alloggiato in uno splendido hotel e il nostro soggiorno è stato curato nei minimi particolari: anche questo mi ha dato la sensazione che il nostro contributo fosse veramente importante per l’azienda. .


Naturalmente nei giorni trascorsi insieme si è creato un clima di simpatico affiatamento, abbiamo vissuto questi giorni lontano da casa con allegria e spensieratezza, abbiamo fatto amicizia, tanto che al ritorno ho saputo che alcune signore della stessa città che hanno vissuto con me questa esperienza, si sono incontrate per mangiare una pizza insieme e ancora continuano a sentirsi. .


Tre parole per definire questa esperienza? Stimolante, dinamica, divertente.” .

E tu cosa ne pensi?

  • Quali/quanti di questi strumenti conosci/utilizzi?

  • Quali suggerimenti ti sentiresti di dare per migliorare il decoro delle nostre città ?

Hai trovato interessante questo articolo?

Puoi condividerlo con i tuoi amici oppure lasciare un commento in basso. La tua opinione ci interessa molto. Continua ad andare alla scoperta delle notizie sulla nostra “city” attraverso le diverse sezioni del nostro blog ed agli articoli che abbiamo pubblicato.

Sei già iscritto ad OpinionCity?

Se non sei ancora iscritto puoi farlo gratuitamente oppure puoi presentarci un amico. Parteciperai così ai nostri test di prodotto e potrai darci la tua opinione sui prodotti che consumi ogni giorno, aiutando così le aziende a renderli sempre più adatti a soddisfare i gusti e le esigenze dei consumatori.

Un’ incredibile esperienza di mystery shopping ultima modifica: 2018-05-23T12:36:34+00:00 da Marcello De Stefano

15 commenti a “Un’ incredibile esperienza di mystery shopping”

  1. Buongiorno a tutti, faccio parte di questa community da un bel po’ ,mi piacerebbe moltissimo prendere parte ad un Mistery Shopping. Esperienza interessante,specie per me che sono molto portata al confronto,al rapporto sociale,bello,bellissimo per chi ha avuto questa opportunita’.

  2. Immagino che le mamme che hanno partecipato al mistery shopping ,abbiano avuto un’esperienza esaltante quanto interessante.Per quanto riguarda il decoro delle ns.citta ‘ ,dipende molto dalle persone civili.

  3. Bellissima esperienza, complimenti alle mamme che hanno aderito! Anch’io una volta ho fatto un’esperienza come mystery in profumeria e mi sono molto divertita… Spero di poterla ripetere prima o poi

  4. Bellissima esperienza…. chissà magari un giorno potrei essere io….e lo spero tantissimo . Complimenti alle mamme scelte anche per aver condiviso con noi la vs esperienza 🤗

  5. È proprio bello sentire di aziende a cui è a cuore l’opinione pubblica, non riesco ancora a credere che questo sia possibile. Felicissima per le mamme in questione è per l’azienda che le ha ospitate, fortuna che esistono, così si fa sentire importante un cliente, complimenti!

  6. Bellissima prova di collaborazione e professionalità. Amo confrontarmi e rendermi utile attivamente e trovo che questa modalità sia ottima e mi piacerebbe coinvolgermi nei futuri progetti. Complimenti a chi ha partecipato è organizzato .

Rispondi o commenta

Il tuo indirizzo e-amil non verrà pubblicato.