Sai a cosa servono gli specchi segreti?

specchi segreti

Immaginate di trovarvi in una sala accogliente, seduti ad un lungo tavolo, da soli o con altre persone, mentre qualcuno vi pone domande sempre più stringenti e approfondite e cerca di scandagliare i vostri meccanismi psicologici, mentre tutte le vostre risposte vengono registrate. Immaginate poi di notare sulla parete di fronte a voi un grande specchio dietro il quale potrebbe nascondersi qualcuno che vi osserva e vi ascolta: vi sembra uno scenario inquietante? Niente paura, molto probabilmente non vi trovate in una centrale di polizia ma state partecipando ad una ricerca di mercato!

La sala viewing

Le indagini di mercato rappresentano un canale diretto tra le aziende e i consumatori: consentono alle aziende di entrare direttamente in contatto con gli utenti finali del loro prodotto e di ascoltarne le opinioni. In questo modo possono valutare la performance del loro marchio, i suoi punti di forza e quelli di debolezza, il suo posizionamento nel mercato rispetto ai competitors ed alle aspettative dei consumatori. Ma, per poter fare delle buone ricerche di mercato è necessario disporre degli spazi adatti!

Le ricerche di mercato possono essere di tipo quantitativo (un campione numeroso di persone intervistate, a cui si richiede di rispondere a domande a risposta chiusa o anche aperte; le risposte vengono poi analizzate con criteri statistici) o qualitativo. Rientrano in questa seconda categoria le interviste individuali in profondità e i focus group. Si tratta di interviste in cui un moderatore, seguendo una traccia in maniera abbastanza libera, va ad indagare in profondità le motivazioni che inducono un consumatore ad una certa scelta e i processi psicologici che sono alla basa di essa.

Per poter fare questo tipo di interviste, che durano generalmente circa due ore, è necessario disporre di spazi adeguati. L’intervistato o gli intervistati devono sentirsi del tutto a loro agio per poter rispondere efficacemente alle domande del moderatore, quindi devono essere sistemati in un ambiente assolutamente confortevole. Ma questo non basta. La sala in cui si svolgono le interviste è sempre attigua alla cosiddetta sala viewing.

Di che cosa si tratta? È un ambiente da cui è possibile seguire l’intervista attraverso uno specchio segreto o specchio unidirezionale, esattamente quello che si vede nei film polizieschi. Questa sala è uno strumento prezioso per chi si occupa di ricerca qualitativa perché permette al Committente di vedere senza essere visto, di osservare le reazioni della persona intervistata e di essere partecipe della ricerca senza influenzarla.

Chi si nasconde dietro lo specchio?

Dietro lo specchio, cioè nella sala viewing, si trova chi deve osservare lo svolgimento dell’intervista, cioè in genere il committente della ricerca di mercato e/o chi coordina la ricerca in più paesi europei. Le sale viewing sono sempre dotate di impianti per la traduzione simultanea perché la ricerca può essere commissionate da clienti stranieri, fisicamente presenti o collegati in streaming: per questo è necessaria la presenza di un interprete per la traduzione simultanea.

Oggi, le moderne tecnologie consentono anche di osservare lo svolgimento di un’intervista da lontano, in remoto, cioè senza che il cliente/committente sia materialmente presente sul posto. Questo permette un notevole risparmio sui costi del lavoro, ma è pur sempre vero che il Cliente, se presente in sala viewing, può avere una interazione diretta con il moderatore (può chiedere di approfondire un determinato punto, di porre qualche altra domanda specifica ecc.) e in fin dei conti con gli intervistati.

Come sono fatte le sale viewing

Le sale viewing non sono tutte uguali: gli ambienti possono essere più o meno grandi e ospitare un numero variabile di clienti, sono sempre dotati di impianti per la traduzione simultanea, e sono sempre predisposti per la videoregistrazione e audioregistrazione delle interviste (questo per poter riascoltare con calma a scopo di studio quanto è emerso nel corso della conversazione). Alcune sale sono più articolate, possono essere organizzate a gradinate in modo da consentire a tutti i presenti una visuale ottimale.

Partecipa anche tu ai nostri test

Partecipare ad un test può essere molto interessante e stimolante. Partecipando ai test, alcuni con invio gratuito di prodotti a domicilio, altri presso le nostre location, si ha la possibilità di valutare prodotti cosmetici, prodotti alimentari, tecnologici e di tante altre tipologie.

Dopo aver provato i prodotti, ci verrà semplicemente chiesto di compilare un questionario (a volte cartaceo, a volte online) in cui esprimeremo sinceramente, in forma anonima, le nostre opinioni. In questo modo, ognuno di noi ha la possibilità di “dire la sua”, offrendo alle aziende l’opportunità di realizzare prodotti sempre più adatti alle nostre esigenze.

Diventa cittadino di OpinionCity!

Vuoi diventare anche tu un tester di prodotti di vario genere, ricevendo i campioni gratuitamente a casa tua? Vuoi offrire la tua opinione alle aziende contribuendo alla realizzazione di prodotti più vicini ai tuoi gusti?

E’ semplice: iscriviti alla community di OpinionCity e sarai contattato per partecipare ai nostri product test!

Sai a cosa servono gli specchi segreti? ultima modifica: 2018-10-31T09:42:48+00:00 da Marcello De Stefano

49 commenti a “Sai a cosa servono gli specchi segreti?”

  1. Sarebbe bello partecipare ma siamo troppo lontani per farlo io abito in Sicilia..cmq sono contenta lo stesso di partecipare a test di prodotti a domicilio,mi.diverto molto e mi piace essere utile alle aziende per migliorare i prodotti.

  2. È sicuramente una tipologia
    di test molto interessante. Mi piacerebbe partecipare ad uno di questi “esperimenti” e poter esprimere la mia opinione attraverso un esperienza diversa dal solito.

  3. Magari….mi piacerebbe moltissimo, ma abitando in un piccolo paese di montagna in provincia di Frosinone ai confini tra cv Lazio e Abruzzo non mi è possibile, molto lontano dalle città, in particolare in inverno con strade ghiacciate, neve,ecc.Comunque sono molto felice,quando devo testare i prodotti delle varie aziende, vorrei rientrare sempre come tester di prodotti per dare il mio contributo, opinioni sulle varie marche(essendo anche disoccupata) x far sapere alle varie aziende come devono migliorarsi.

  4. Io sono siciliana e non credo che qui ci siano queste belle e grandi sale tipo “film polizieschi americani” 😁 mi piacerebbe molto partecipare quindi spero di sbagliarmi ed essere invitata a dellelunghe interviste….cmq per dare il mio contributo da lontano sono altrettanto disponibile

  5. Sarebbe forte, di certo non inquietante, fa sempre parte della ricerca! Purtroppo però la sede in cui effettuate i test mi risulta molto fuori mano… Spero di poter dare un contributo a voi e fare abbastanza anche da casa!!! Fin’ora almeno ci sono riuscita 🙂

  6. Io sono stata invitata al test point ed è una bella esperanza tutta da rifare e in questo momento sto testando dei prodotti a casa .Devo dire che sono felice e sbalordita della grande serietà e ringrazio di avermi dato la possibilità di partecipare a tutto ciò .Spero di poter essere utile!

  7. è davvero interessante questa esperienza ,eppoi credo che se dietro lo specchio c’è il committente,è un modo molto utile per lui di osservare le vere reazioni dei propri clienti eventualmente a domande su i suoi prodotti

  8. Peccato essere lontani altrimenti mi sarei sottoposta volentieri ai vostri test😊 la trovo una bella esperienza.
    Spero di poterli testare comunque da casa.

  9. ho partecipato ad alcune inchieste di mercato presso l’indirizzo del committente e già conoscevo l’esistenza degli specchi segreti.
    Non ho alcuna difficoltà ad essere “spiato” (probabilmente perché non ho nulla da nascondere).
    Credo sia un diritto della Società committente il sondaggio verificare in diretta le reazioni dell’intervistato.

  10. Interessante. Gli specchi segreti servono ad osservare i comportamenti delle persone, senza influenzarle. Non sentendosi osservati, ci si comporta normalmente, cosa che invece non avviene quando abbiamo gli occhi puntati addosso.

  11. Sono già iscritta a Comunity di Opinion City e devo dire che è sempre un piacere ricevere i tester da provare per poi dire la mia esperienza sui prodotti.
    Per quanto riguarda lo spreco della plastica mi trovate pienamente daccordo con voi!!!

  12. Sono già iscritta a Voi mi piacerebbe testare dei prodotti anche a domicilio.
    Per la plastica sono molto propensa a farne a meno sta distruggendo la nostra natura i nostri animali
    il nostro pianeta ben venga via tutta questa roba.
    Per gli specchi segreti va molto bene per le persone che partecipano, come nei film polizieschi che si vede così gli intervistati sono liberi di parlare senza avere gli occhi addosso del cliente

  13. Ho scoperto per puro caso Opinion City e lo trovo davvero interessante. Abito in un piccolo paese in provincia di Napoli.Avvisatemi se posso partecipare a qualche sondaggio se si svolge nelle mie vicinanze. A casa sono ben lieta di testare i vostri prodotti. Sono una persona scrupolosa e obiettiva. La mia Opinione sarà sempre sincera. Complimenti alla comunità e buon proseguimento di lavoro a tutti

Rispondi o commenta

Il tuo indirizzo e-amil non verrà pubblicato.