Ecco i risultati dell’inchiesta di Ottobre: “Nell’arco dell’ultimo anno, ti è capitato di osservare comportamenti scorretti da parte automobilisti nei confronti dei pedoni?”

senso civico

Dopo aver preso in esame alcuni importanti temi del vivere civile ed esserci soffermati su alcuni piccoli gesti che potrebbero rendere più gradevole il nostro vivere insieme, eccoci giunti all’ultimo appuntamento della campagna di comunicazione di OpinionCity “Rispettando gli altri rispetti te stesso”. La nostra community ha inteso così confermare il proprio impegno nel diffondere il rispetto per gli altri e le regole del buon vivere. Noi speriamo di aver dato un piccolo contributo. Tu che ne pensi? Sei uno dei nostri?

Pedoni e automobilisti: un rapporto difficile

Tra le migliaia di incidenti stradali che ogni anno si verificano in Italia, quelli che coinvolgono i pedoni sono una percentuale decisamente elevata: lo riscontriamo nella cronaca di tutti i giorni. Ma abbiamo idea di quanti realmente siano?

Dai dati dell’Istat, emerge la stima veramente impressionante di almeno un investimento di pedone ogni 30 minuti. Cioè ogni giorno in Italia avvengono circa 50 investimenti di pedoni da parte di auto, camion o moto.

Forse però non viene dato sufficiente rilevanza la fatto che il 30% dei pedoni vittime di questi eventi viene investito proprio sulle strisce pedonali, magari perché non adeguatamente segnalate o illuminate.

Sulle strisce la precedenza è dei pedoni, sempre

Molti automobilisti sembrano averlo dimenticato e i gravi incidenti che si verificano continuamente ci inducono a riportare l’attenzione sulle regole che possono salvare la vita. Troppi automobilisti non conoscono le regole del Codice della strada o guidano con poca attenzione.

E’ il momento di fare un ripassino di cosa prescrive il Codice della Strada a proposito delle cosiddette strisce pedonali.

  • I pedoni sulle strisce hanno sempre la precedenza: tradotto, non fermarsi quando qualcuno intende attraversare equivale a tirar dritto al semaforo rosso (anche per quanto riguarda le sanzioni). Questo vale sempre e in ogni caso: il pedone non è tenuto a restare sul marciapiede in attesa che la strada sia libera per poter attraversare in sicurezza. Il pedone sulle strisce ha la precedenza e le auto si devono fermare. Per chi non si ferma è prevista una multa che parte da 162 euro e la decurtazione di 8 punti dalla patente

  • Inoltre, avvicinandosi agli attraversamenti pedonali, l’automobilista ha anche l’obbligo di rallentare.

  • L’automobilista ha l’obbligo di prevedere anche le condotte negligenti dei passanti che potrebbero attraversare la strada senza guardare e fuori dalle strisce: questo significa che deve non solo rispettare i limiti di velocità, ma anche utilizzare un’ulteriore prudenza sulla base del tipo di strada, del traffico, dell’eventuale presenza di persone sui marciapiedi, ecc.

Codice di comportamento del pedone

Naturalmente i pedoni devono fare la loro parte anche perché in alcuni casi si può configurare il concorso di colpa o addirittura la completa esclusione di responsabilità del conducente. Ad esempio se si attraversa sulle strisce regolate da semaforo quando sia accesa la luce rossa.

Vediamo quali sono le principali regole di comportamento per il pedone:

  • Circolare su marciapiedi o sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli in modo da causare il minimo intralcio possibile alla circolazione

  • Attraversare servendosi delle strisce pedonali, dei sottopassaggi e dei sovrapassaggi.

  • Se l’attraversamento sulle strisce è regolato da semaforo, aspettare sempre che si accenda la luce verde

  • Attraversare solo in senso perpendicolare (mai in diagonale!), dando comunque la precedenza ai conducenti

  • Non effettuare l’attraversamento stradale passando anteriormente agli autobus, filoveicoli e tram in sosta alle fermate.

  • Segnalare l’intenzione di attraversare la strada con un atteggiamento chiaro e deciso

  • Badare ai veicoli su tutte le corsie, e in particolare a quelli provenienti da destra

  • Tener conto del fattore umano: nel dubbio, meglio aspettare!

Il Pedone 2.0

Per migliorare la sicurezza stradale, è stato recentemente presentato un dispositivo da posizionare in corrispondenza delle comuni strisce pedonali prive di semaforo, in grado di segnalare agli automobilisti la presenza di un pedone in attraversamento. Il sistema è formato da una telecamera a 360 gradi e quattro fotocellule, che insieme rilevano la presenza di pedoni in corrispondenza delle strisce.

Gli automobilisti in arrivo sono allertati da quattro lampeggianti e da due pre-segnalatori posti a 70 metri di distanza, in modo da sapere con largo anticipo che l’attraversamento al quale si stanno avvicinando non è deserto e che occorre procedere con più prudenza del solito.

Anche in questo caso, la tecnologia è al sevizio della sicurezza!

E tu cosa ne pensi?

  • Come si comportano gli automobilisti della tua città nei confronti dei pedoni?

  • E i pedoni facilitano il compito degli automobilisti con comportamenti corretti

  • Quali suggerimenti ti sentiresti di dare per migliorare la sicurezza dei pedoni delle nostre città ?

Hai trovato interessante questo articolo?

Puoi condividerlo con i tuoi amici oppure lasciare un commento in basso. La tua opinione ci interessa molto. Continua ad andare alla scoperta delle notizie sulla nostra “city” attraverso le diverse sezioni del nostro blog ed agli articoli che abbiamo pubblicato.

Sei già iscritto ad OpinionCity?

Se non sei ancora iscritto puoi farlo gratuitamente oppure puoi presentarci un amico. Parteciperai così ai nostri test di prodotto e potrai darci la tua opinione sui prodotti che consumi ogni giorno, aiutando così le aziende a renderli sempre più adatti a soddisfare i gusti e le esigenze dei consumatori.

Ecco i risultati dell’inchiesta di Ottobre: “Nell’arco dell’ultimo anno, ti è capitato di osservare comportamenti scorretti da parte automobilisti nei confronti dei pedoni?” ultima modifica: 2018-10-17T09:45:52+00:00 da Marcello De Stefano

19 commenti a “Ecco i risultati dell’inchiesta di Ottobre: “Nell’arco dell’ultimo anno, ti è capitato di osservare comportamenti scorretti da parte automobilisti nei confronti dei pedoni?””

  1. E un argomento interessante che purtroppo quotidianamente lo sentiamo al telegiornale come ennesimo investimento di pedoni ,quindi è bene parlarne e fare tutti molta attenzione

  2. Poco fa,aspettavo che scattasse il verde per attraversare le strisce pedonali. Quando il verde è scattato una macchina ha pensato di passare lo stesso,a velocità sostenuta.

  3. Per mia esperienza personale i pedoni non vengono quasi mai fatti passare. Dove vivo, i semafori sono accesi sono in orario di punta come l’entrata e uscita dalla scuola, quindi se devi passare devi sperare in qualcuno che sia più educato. Devo anche ammettere che da quando ho una bambina su dieci volte almeno 3 volte gli automobilisti si fermano. Non credo ci sia una soluzione visto che a scuola guida ti insegnano a fermarti, é la mentalità che deve cambiare.

  4. Nella mia città gli automobilisti non stanno attenti ai pedoni anzi accellerano per non farli passare
    i pedoni invece attraversano ovunque e sempre al di fuori delle strisce e così facendo gli automobilisti sono costretti a fermarsi ad ogni metro
    quindi i pedoni dovrebbero attraversare solo sulle strisce in modo che gli automobilsti si fermano una sola volta e il traffico sarebbe più scorrevole

  5. purtroppo mi sta capitando sempre più spesso di vedere un completo disinteresse da parte degli automobilisti nei confronti dei pedoni, soprattutto in prossimità delle strisce pedonali.
    E’ però importante anche fare presente che molto spesso i pedoni sono molto irresponsabili ed attraversano la strada ovunque, pensando che le auto si fermino.

  6. si si vedono molte scorrettezze degli automobilisti verso i perdoni, anche perché sono tutti o quasi al cellulare e delle volte non si vede la gente che attraversa le strisce per guardare quel maledetto cellulare. per non parlare di automobilisti senza possibilità di rintracciarli, senza patente e assicurazione

  7. Sempre fretenici questi autisti e distratti dal telefono ormai invece di guardare avanti vedono il display cellulare a me per poco non mi investiva cose da matti

Rispondi o commenta

Il tuo indirizzo e-amil non verrà pubblicato.