Ecco i risultati dell’inchiesta di Luglio “Ti piacerebbe partecipare ad un Focus Group”?

Risultati Inchiesta Luglio

I cittadini di di OpinionCity si sono espressi così
A 1549 cittadini (91%) piacerebbe partecipare ad un Focus group
A 154 cittadini (9%) non interessa partecipare ad un Focus group

Il Focus Group

Il mondo delle ricerche di mercato è un mondo moderno, dinamico e interessante. Gli istituti di ricerca di mercato sono, per così dire, le “orecchie” attraverso le quali le aziende danno ascolto alle esigenze dei consumatori allo scopo di rendere i loro prodotti sempre più graditi e performanti. Ci sono tante modalità e tante tecniche diverse per raccogliere le opinioni dei consumatori: in particolare, a seconda delle richieste, gli istituti di ricerca di mercato utilizzano tecniche quantitative (indagini che coinvolgono gruppi molto numerosi di consumatori, svolte in genere attraverso la compilazione di questionari che poi vengono sottoposti a valutazioni statistiche) e tecniche qualitative, tra le quali appunto i Focus Group.

La ricerca che si svolge attraverso il Focus Group non ha scopo statistico ma serve ad indagare i processi decisionali, le motivazioni psicologiche che guidano il consumatore nella scelta.

Come si svolge il Focus Group?

Il Focus Group, tecnica inventata negli Stati Uniti negli anni ‘40 ed inizialmente utilizzata nelle scienze umane e nella sociologia, successivamente è stata applicata al marketing: bisogna per prima cosa selezionare, (reperire, nel linguaggio delle ricerche di mercato) un gruppo di persone che rispondano a determinate caratteristiche (target), cioè siano rappresentative di un determinato segmento di mercato. I partecipanti, generalmente in numero da 8 a 12, guidati da un moderatore, sono invitati a confrontarsi, per un tempo che può andare dai 90 ai 150 minuti, sulla propria percezione di un prodotto, di un’idea, di un concetto. Ogni partecipante è invitato ad esprimere liberamente le proprie opinioni perchè l’obiettivo è proprio quello di approfondire, attraverso la discussione e il confronto, gli aspetti psicologici che ci guidano nelle scelte.

Su quali argomenti si svolgono i Focus Group?

Non ci sono limiti alla fantasia. Nei Focus Group si possono trattare gli argomenti più svariati: dal prototipo di uno spot televisivo per una nuova campagna pubblicitaria, alle possibili varianti per un detersivo per i piatti, all’idea di un nuovo farmaco! Sì, l’indagine qualitativa attraverso Focus Group si applica spesso anche in campo medico perché le aziende farmaceutiche, prima di investire nella ricerca per la realizzazione di un nuovo farmaco, devono essere certe che di quel farmaco con quelle determinate caratteristiche, i medici abbiano effettivamente bisogno!

I Focus Group si possono svolgere in central location, cioè presso una sede idonea in cui possa avvenire la chiacchierata, sotto la guida di un moderatore che segue in maniera abbastanza libera una traccia appositamente predisposta. Generalmente gli incontri sono audioregistrati o anche videoregistrati per poter meglio elaborare le risposte; spesso il committente assiste da una sala adiacente attraverso uno specchio unidirezionale e, se il committente è straniero, c’è un interprete che provvede alla traduzione simultanea.

Oggi si stanno diffondendo sempre più i Focus Group online. Riunire ad una data ora per 90-120 minuti persone che possono essere manager di aziende o primari ospedalieri, ma anche normalissime casalinghe può non essere semplicissimo: meglio quindi utilizzare le moderne tecnologie! Durante i Focus Group online tutti i partecipanti, collegati dal proprio PC possono vedersi, sentirsi e parlare in diretta con il moderatore. Oppure il Focus Group può prendere la forma di un forum: ogni partecipante accede ad una “stanza virtuale” comodamente da casa e dal suo computer, con tempi e regole che variano da caso a caso e che vengono chiariti all’atto dell’invito alla selezione. Il moderatore pone delle domande e i partecipanti scrivono le loro risposte che quindi prendono la forma di un post che può essere commentato poi dagli altri partecipanti e dal moderatore stesso.

La modalità online, inoltre, consente di allargare la partecipazione a tante persone che non vivono nelle grandi città dove abitualmente si trovano le central location.

E tu cosa ne pensi dei focus group?

  • Pensi che sia interessante partecipare ad un focus group?

  • Per quale motivo?

  • Hai già partecipato?

Hai trovato interessante questo articolo?

Puoi condividerlo con i tuoi amici oppure lasciare un commento in basso. La tua opinione ci interessa molto. Continua ad andare alla scoperta delle notizie sulla nostra “city” attraverso le diverse sezioni del nostro blog ed degli articoli che abbiamo pubblicato.

Sei già iscritto ad OpinionCity?

Se non sei ancora iscritto puoi farlo gratuitamente oppure puoi presentarci un amico. Parteciperai così ai nostri test di prodotto e potrai darci la tua opinione sui prodotti che consumi ogni giorno, aiutando così le aziende a renderli sempre più adatti a soddisfare i gusti e le esigenze dei consumatori.

Ecco i risultati dell’inchiesta di Luglio “Ti piacerebbe partecipare ad un Focus Group”? ultima modifica: 2018-07-25T10:49:20+00:00 da Marcello De Stefano

30 commenti a “Ecco i risultati dell’inchiesta di Luglio “Ti piacerebbe partecipare ad un Focus Group”?”

  1. Sarebbe fantastico per me partecipare ad un focus Group, non avendolo mai fatto sono molto interessata e incuriosita speriamo di ressere sceltanto al più presto

  2. SI’ MI PIACE PARTECIPARE AI FOCUS GROUPS PERCHE’ CONOSCO NUOVE PERSONE, HO MODO DI CAPIRE LE OPINIONI DEGLI ALTRI, MA SOPRATUTTO MI DIVERTO, MI SENTO COINVOLTA E PARTECIPE, RESPONSABILIZZATA (NEL SENSO CHE LA MIA OPINIONE VIENE CONSIDERATA AL FINE PER STILARE I RISULTAI FINALI). MI AUGURO DI POTERNE FARE ANCORA IN FUTURO. GRAZIE PER AVERMI DATO LA POSSIBILITA’ DI ESTERNARE QUANTO MI COINVOLGE QUESTO MONDO (DEI SONDAGGI D’OPINIONE).

  3. Mi piacerebbe molto parteciparvi, l’unica volta che mi hanno contattato era in luglio e cadeva proprio nel mio periodo di ferie e pertanto ho dovuto disertare. Spero tanto che mi ricontattino in quanto vengo spesso contatta solo nel mese di luglio e poi per tutto l’anno non mi chiamano più. Ho fiducia in una prossima chiamata.

Rispondi o commenta

Il tuo indirizzo e-amil non verrà pubblicato.